Bilancio Retelit gennaio dicembre 2011

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Gli ultimi due trimestre del 2011 che sono stati chiusi dalla società in utile grazie ai ricavi legati alla vendita di infrastruttura.

Un valore della produzione consolidato in crescita anno su anno del 5,4%, a fronte di un risultato netto che, seppur negativo al 31 dicembre del 2011 per 3,4 milioni di euro, si è attestato in forte miglioramento rispetto ai -6,5 milioni dell’esercizio 2010. Sono questi in estrema sintesi alcuni dei principali indicatori di Retelit S.p.A., società quotata in Borsa a Piazza Affari, in accordo con il progetto di bilancio al 31 dicembre del 2011 che è stato approvato dal Consiglio di Amministrazione.

Il tutto a fronte degli ultimi due trimestri del 2011 che sono stati chiusi dalla società in utile grazie ai ricavi legati alla vendita di infrastruttura, ed agli effetti positivi generati dalla plusvalenza dell’affitto del ramo d’azienda WiMAX frutto di un accordo con Linkem da parte della controllata e-via S.p.A..



PREVISIONI DIVIDENDI 2012

Al 31 dicembre del 2011, Retelit S.p.A. ha chiuso l’esercizio con una posizione finanziaria netta consolidata in forte miglioramento, dal pareggio dell’esercizio 2010 a +4,7 milioni di euro, così come le disponibilità liquide a livello di Gruppo aumentano anno su anno da 7,4 milioni di euro a 10,3 milioni di euro.

AZIONI SU CUI INVESTIRE IN CASO DI RECESSIONE

Andando a sfruttare le risorse di data center, nel 2011 la società ha portato avanti azioni di espansione nel mercato dell’ICT, ed in particolare nei settori adiacenti, a fronte dello sviluppo e del consolidamento del business nell’area dei servizi di telecomunicazione. E per quel che riguarda l’evoluzione prevedibile della gestione, la società con un comunicato ufficiale ha fatto presente come ad oggi l’andamento relativo all’esercizio 2012 risulti essere in linea con le previsioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>