Bilancio Unicredit gennaio giugno 2012

di Redazione Commenta

L’Ad del Gruppo bancario Unicredit, Federico Ghizzoni, ha sottolineato come proprio nel secondo trimestre del 2012 l’attuazione del programma di taglio dei costi abbia fatto registrare un’accelerazione.

Si è chiuso con risultati operativi in buona tenuta il primo semestre del 2012 per Unicredit S.p.A., gruppo bancario europeo quotato in Borsa a Piazza Affari.

Questo, in particolare, grazie anche alle misure di taglio dei costi messe in atto da Unicredit riuscendo così a compensare quelli che sono stati i maggiori accantonamenti su crediti in un contesto difficile.



INVESTIRE PUNTANDO AI DIVIDENDI, OCCHIO AI RISCHI

Nel dettaglio, in accordo con quanto reso noto da Unicredit con un comunicato ufficiale, l’utile netto a livello di Gruppo nel primo semestre del 2012 si è attestato a 1,1 miliardi di euro con una contrazione anno su anno del 18% a fronte di un margine di intermediazione in calo di appena lo 0,2% anno su anno, e di costi operativi in calo del 2,6%.

INVESTIRE IN AZIONI

Nel commentare i dati esaminati ed approvati dal Consiglio di Amministrazione, l’Ad del Gruppo bancario Unicredit, Federico Ghizzoni, ha sottolineato come proprio nel secondo trimestre del 2012 l’attuazione del programma di taglio dei costi abbia fatto registrare un’accelerazione tale che c’è stata una buona tenuta del margine operativo lordo a fronte di un modello aziendale diversificato e di una redditività operativa che sul primo semestre del 2012 fa registrare continui progressi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>