Damiani risultati al 31 marzo del 2013

di Redazione Commenta

Il Consiglio di Amministrazione della società, leader nel settore dei gioielli e degli orologi di fascia alta, ha convocato l’Assemblea dei Soci in data 26 luglio e, occorrendo, il 29 luglio del 2013 in seconda convocazione.

Fatturato consolidato di Gruppo a 137,8 milioni di euro con un calo pari al 9,1% anno su anno a tassi correnti rispetto al 31 marzo del 2012. E’ questo uno dei dati salienti del progetto di bilancio al 31 marzo del 2013 della società quotata in Borsa a Piazza Affari Damiani S.p.A. in accordo con quanto esaminato ed approvato dal Consiglio di Amministrazione.



BILANCIO TRIMESTRALE DAMIANI APRILE GIUGNO 2011


In miglioramento si sono invece attestati gli altri indicatori a partire dall’Ebitda che, seppur negativo per 2,7 milioni di euro, migliora rispetto ai -4,3 milioni di euro al 31 marzo del 2012. Bene anche il risultato netto a livello di Gruppo, comunque negativo anche in questo caso, da -11,9 milioni di euro dell’esercizio 2011-2012 ai -8,6 milioni di euro al 31 marzo del 2013.

BILANCIO DAMIANI PRIMO SEMESTRE 2011-2012

L’indebitamento finanziario allo stesso modo si riduce per Damiani passando da 36,7 milioni di euro al 31 dicembre del 2012 a 33 milioni di euro al 31 marzo del 2013. Il Consiglio di Amministrazione della società, leader nel settore dei gioielli e degli orologi di fascia alta, ha convocato l’Assemblea dei Soci in data 26 luglio e, occorrendo, il 29 luglio del 2013 in seconda convocazione. All’ordine del giorno ci sarà, tra l’altro, l’approvazione del bilancio al 31 marzo del 2013, il rinnovo dell’autorizzazione al buyback, e la nomina dei componenti del Collegio Sindacale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>