Dividendo A2A 2010, pagamento 2011

di Stefania Russo Commenta

Il Consiglio di sorveglianza di A2A proporrà all'assembla degli azionisti la distribuzione di un dividendo pari a 0,096 euro per ciascuna azione..

Il Consiglio di sorveglianza di A2A proporrà all’assembla degli azionisti la distribuzione di un dividendo pari a 0,096 euro per ciascuna azione, di cui 0,060 euro saranno distribuiti a titolo di dividendo ordinario e i restanti 0,036 a titolo di dividendo straordinario. Il pagamento avverrà il 23 giugno prossimo, con stacco della cedola il 20 dello stesso mese.

La cedola, dunque, risulta leggermente inferiore ai 0,97 euro prospettati dagli analisti e che avevano fatto registrare un netto rialzo alla quotazione in Borsa, che a Piazza Affari poco dopo la diffusione dei conti segna un rialzo dell’1,05% a 1,151 euro.


Il pay out corrisponde a circa il 60% e la società ha fatto sapere che indicativamente conta di adottare la medesima percentuale anche nel corso dei prossimi esercizi. A2A, dunque, ha così indirettamente smentito le previsioni di una parte di analisti, secondo cui la cedola distribuita quest’anno è riconducibile in larga parte alla plusvalenza derivante dalla cessione del 5% detenuto in Alpiq, mentre nel corso dei prossimi anni gli azionisti dovranno accontentarsi di una cedola inferiore per via dell’impatto negativo di Edison, sempre che la società non decida di uscirne.

Il 2010 è stato archiviato con ricavi in crescita dell’11,8% a 6.041 milioni, il margine operativo lordo ha segnato un incremento del 2% a 1.040 milioni, gli ammortamenti, accantonamenti e svalutazioni sono risultati pari a 542 milioni di euro rispetto ai 414 milioni di euro registrati nel 2009, il risultato operativo netto è calato da 609 a 498 milioni mentre l’utile netto dell’esercizio è salito da 80 a 308 milioni. Al 31 dicembre 2010 la posizione finanziaria netta è migliorata di 751 milioni a 3.893 milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>