Mediaset propone gestione industriale di Endemol

di Francesco Di Cataldo Commenta

Secondo il vice presidente di Mediaset, il problema di Endemol è il debito e nell'ultimo periodo la gestione della società di contenuti..

Durante la conferenza stampa di presentazione dei palinsesti televisivi Mediaset, Pier Silvio Berlusconi non ha potuto fare a meno che parlare della situazione di Endemol, società di realizzazione di contenuti mondiale controllata dall’azienda di Cologno Monzese, sopratutto dopo i rumors che si sono susseguiti negli ultimi giorni in cui si osservava Mediaset intenzionata a cedere la propria partecipazione nell’azienda olandese creata da John De Mol.


Secondo il vice presidente di Mediaset, il problema di Endemol è il debito e nell’ultimo periodo la gestione della società di contenuti è stata gestita principalmente seguendo le regole della finanza, ma è necessario un cambio di rotta e puntare più su una gestione industriale in cui Mediaset si trova più a proprio agio. Secondi Pier Silvio Berlusconi la società televisiva dovrebbe chiudere il bilancio 2011 con un utile simile a quello dello scorso anno in cui si è registrato un netto di 352 milioni di euro senza però andare a toccare le decisioni prese per la gestione dei dividendi.

BILANCIO MEDIASET 2010

Il pubblico medio di Mediaset è compreso tra un’età che va dai 15 ai 34 anni, decisamente molto giovane, in grado di produrre un 45% di share contro il 48% di mamma Rai. Nella serata di ieri è stata presentata anche la novità di autunno, ovvero un nuovo sistema per la diffusione delle news grazie alla piattaforma TgCom24 diretto da Mario Giordano sulla quale non sarà presente un canale legato al gossip, ma solo notizie di cronaca dell’ultimo secondo.

PREVISIONI MEDIASET PRIMO SEMESTRE 2011

Novità anche sul digitale terrestre nel quale Mediaset vede l’ingresso di Italia 2, un nuovo canale dedicato ai più giovani diretto da Luca Tiraboschi. Nonostante queste novità il titolo in borsa non ha concesso sconti ed è sceso di un quarto di punto percentuale portandosi a 3,1520 euro per azione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>