Semestrale Finmeccanica gennaio giugno 2011

di Alessandro Bombardieri Commenta

Sale solo l'utile netto per Finmeccanica...

Finmeccanica ha annunciato di aver chiuso il primo semestre dell’anno con un utile netto in aumento del 135% 456 milioni di euro. Buona parte di questo risultato è dovuto alla plusvalenza netta realizzata con la cessione del 45% di Ansaldo Energia, che ha portato nelle casse della società 443 milioni di euro.

I ricavi del gruppo nella prima metà del 2011 sono calati del 3% a 8,43 miliardi di euro. L’Ebitda adjusted ha ammontato a 440 milioni di euro, contro i 586 milioni di un anno prima, segnando così un calo del 25%.


Finmeccanica ha indicato che sono state provocate forti pressioni sui mercati e sui sistemi finanziari a causa dell’andamento congiunturale negativo delle economie del mondo occidentale. Inoltre sui risultati del semestre hanno influito anche alcuni eventi e crisi internazionali inoltre persistono problematiche strutturali legate all’andamento industriale di alcuni settori di business.

Il gruppo è ora più cauto sulle previsioni per l’intero esercizio 2011. Ora Finmeccanica prevede ricavi compresi tra 17,5 e 18,0 miliardi di euro, al netto dei 400 milioni di euro correlati al deconsolidamento del 45% di Ansaldo Energia.

Finmeccanica in precedenza prevedeva per il 2011 ricavi compresi tra 18,3 e 19 miliardi di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>