Semestrale Mediaset, conti nuovamente in utile

di Carlo Valuta Commenta

Archiviata la prima parte dell'anno con un profitto pari a 24,3 milioni, a fronte di ricavi stabili pari a 1,7 miliardi.

Il bilancio semestrale è in utile Mediaset. Il Biscione manda in archivio il periodo gennaio-giugno 2015 con un profitto pari a 24,3 milioni, a fronte di ricavi stabili pari a 1,7 miliardi.

Sulla prima riga del conto economico, alla debolezza italiana (ricavi giù da 1,257 a 1,243 miliardi tra 2014 e quest’anno) ha fatto da contraltare il vigore spagnolo (da 468 a 478 milioni). Durante il primo semestre dell’anno scorso, Mediaset era in rosso per 20,5 milioni.

La società a spiegato in una nota di voler predicare molta cautela:

Al momento la ridotta prevedibilità dei mercati di riferimento e l’elevata volatilità del ciclo economico rendono difficile una stima puntuale dei risultati economici di gruppo a fine esercizio. Risultati che dipenderanno dalla dinamica della raccolta pubblicitaria in Italia e Spagna e dall’andamento degli abbonamenti Mediaset Premium nei prossimi mesi dell’anno. In tale periodo Mediaset continuerà comunque ad attuare le opportune strategie commerciali ed editoriali finalizzate all’obiettivo di crescita della propria quota sia nel mercato pubblicitario sia in quello della pay-tv, attraverso la rinnovata offerta Premium lanciata dal 1° luglio e focalizzata sull’esclusiva triennale della Champions League a partire dalla prossima stagione.

L’ebit, il margine operativo, è cresciuto portandosi a 137,5 milioni in confronto ai 109,5 milioni del precedente esercizio. L’indebitamento finanziario netto si è ridotto a dismisura, passando dagli 861,3 milioni del 31 dicembre 2014 ai 628,2 milioni del 30 giugno 2015. Il miglioramento è avvenuto per effetto del free cash flow pari a 283,1 milioni, da cui si somma l’incasso di 100 milioni derivante dalla cessione a Telefonica della quota dell’11,1% di Mediaset Premium perfezionata a gennaio.

Il board di amministrazione di Mediaset, infine, ha autorizzato la controllata Rti a perfezionare l’operazione di acquisizione di una percentuale dell’80% del capitale di Monradio, società interamente controllata dal gruppo Mondadori.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>