Trimestrale Jp Morgan aprile giugno 2010

di Redazione Commenta

Jp Morgan Chase ha pubblicato i risultati del secondo trimestre dell'anno.

Jp Morgan Chase ha pubblicato i risultati del secondo trimestre dell’anno, nel quale si sono registrati utili netti per 4,8 miliardi di dollari, equivalenti a 1,09 dollari per azione (molto meglio delle previsioni degli analisti, che parlavano di 74 centesimi per azione), in aumento addirittura del 77% rispetto al dato dello stesso periodo di un anno fa.

L’anno scorso nel secondo trimestre si era registrato un utile di 2,7 miliardi, pari a 28 centesimi per azione.

Questo per Jp Morgan è il migliore risultato dal terzo trimestre 2007 ad oggi, e secondo quanto affermato dal gruppo, l’aumento degli utili è stato possibile grazie alla riduzione di 1,5 miliardi degli accantonamenti in vista di perdite su asset sofferenti con un benefit di 36 centesimi ad azione.

Per Jp Morgan il giro d’affari è stato di 25,1 miliardi, contro i 25,62 di un anno fa.

Nella nota ufficiale del gruppo si legge anche che le perdite sui crediti al consumo, come per esempio mutui, carte di credito e altri prestiti, sono diminuite nel Q2 sia in confronto ai tre mesi precedenti che allo stesso trimestre 2009.

L’amministratore delegato del gruppo, Jamie Dimon, ha tuttavia mostrato una certa cautela sulle prospettive per l’economia Usa, facendo indebolire le Borse e l’andamento del titolo al Nyse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>