Cdc estende Piano Industriale al 2015

di Redazione Commenta

La revisione del piano industriale, in accordo con un comunicato ufficiale emesso dalla società, tiene conto dell’attuale scenario di mercato.

Un nuovo piano industriale, esteso al 2015, che prevede un’accelerazione delle azioni già contenute nel precedente. Ad approvarlo, a valere dal 2012 al 2015, è stato il Consiglio di Amministrazione di CDC S.p.A., società quotata in borsa a Piazza Affari ed attiva nel comparto della distribuzione di Information Technology.

La revisione del piano industriale, in accordo con un comunicato ufficiale emesso dalla società, tiene conto sia dell’attuale scenario di mercato, che risulta essere particolarmente avverso, sia delle restrizioni del credito frutto dell’attuale quadro recessivo.



PIANO INDUSTRIALE 2012-2014 GRUPPO CDC

Il Consiglio di Amministrazione di CDC Point S.p.A., nell’approvare il progetto di bilancio al 31 dicembre del 2011, ha tra l’altro deliberato di ridurre i propri compensi per una percentuale pari al 30% circa rispetto a quelli fissati per lo scorso anno. Il 2011 per la società s’è chiuso con una contrazione dei ricavi del 10% anno su anno, da 346,4 milioni di euro a 311,1 milioni di euro, con un Ebitda negativo per 0,9 milioni di euro, e con un Ebit negativo per 5,1 milioni di euro.

PREVISIONI DIVIDENDI 2012

Di conseguenza, rispetto ad un utile di 0,1 milioni di euro nel 2010, l’esercizio 2011 per CDC si chiude con un risultato netto consolidato che segna una perdita pari a 8,4 milioni di euro. Peggiora anche il dato sulla posizione finanziaria netta, che passa da un valore negativo di 32,2 milioni a -43,9 milioni di euro al 31 dicembre del 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>