Management & Capitali lascia sul campo oltre il 5%

di Alessandro Bombardieri Commenta

Al centro dell'attenzione ieri a Milano però c'è stato il titolo Management & Capitali...

Giornata strana quella di ieri in borsa, conclusasi però con Milano come migliore piazza europea, dopo i cattivi presagi scaturiti dai dati che giungevano dagli Usa, riguardanti i prezzi sulla produzione di luglio e sui nuovi cantieri americani, comunque anche Wall Street ha girato in positivo a fine seduta.

In Europa quindi ha spiccato Piazza Affari dove il Ftse Mib ha guadagnato l’1,36% a 21,247 punti, mentre l’All Share ha chiuso in rialzo dell’1,33% a 21,719 punti. Bene anche Parigi a +0,9%, Londra a +0,87% e Francoforte a +0,62%.

Al centro dell’attenzione ieri a Milano però c’è stato il titolo Management & Capitali, protagonista di un grande calo, -5,56% a 0,17 euro, sono stati scambiati oltre 12 milioni di titoli della società, mentre la media è di due milioni a seduta. A tal proposito ha parlato Alessio Nati (ad di Investimenti & Sviluppo, che ieri ha ceduto il 6,89% a 0,09 euro), dichiarando di aver acquisito il 5,3% di M&C.

Tra gli altri titoli da segnalare l’ottima prestazioni di Fondiaria Sai (+4,57% a 12,3 euro), che beneficia del giudizio di Deutsche Bank: giudizio buy e target price a 14 euro.

Nel settore bancario bene Mediolanum a +2,73%, Unicredit +3,38%, Banco Popolare +2,8% e Intesa San Paolo +0,27%.

Sul finale di giornata si è registrata un’inversione di tendenza per Telecom Italia (+0,48%) che stando alle ultime voci non porterà avanti nessuna ricapitalizzazione ma punterà a un rifinanziamento del debito, che ad ora si attesta sui 3,5 miliardi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>