Previsioni dividendo Mediaset 2011-2012 tagliate da Mediobanca

di Gianni Puglisi Commenta

A Piazza Affari il titolo Mediaset si muove in controtendenza e cede in tarda mattinata oltre un punto percentuale...

A Piazza Affari il titolo Mediaset si muove in controtendenza e cede in tarda mattinata oltre un punto percentuale a 2,158 euro, sulla scia della valutazione negativa arrivata dagli analisti di Mediobanca.

Stamani, infatti, gli analisti di Piazzetta Cuccia, oltre ad aver aggiornato i portafogli dei titoli azionari italiani consigliati da Mediobanca, hanno anche tagliato le stime sulla raccolta pubblicitaria 2011-2012.

PREVISIONI AZIONI AD ALTO RENDIMENTO 2012

Per quanto riguarda la raccolta pubblicitaria sui canali free, in particolare, per l’intero 2011 è previsto un calo del 4% rispetto alla flessione del 3% prevista in precedenza. Se si considera solo il quarto trimestre, invece, le stime sono state portate a -6,5% da -3,2%. Per il 2012, invece, si prevede un calo del 5% contro il calo del 3,2% oggetto della precedente stima.

PREVISIONI DIVIDENDI 2012

Per quanto riguarda la raccolta pubblicitaria sulla Pay tv, invece, Mediobanca prevede per il 2011 una perdita di 70 milioni di euro e per il 2012 una perdita di 81 milioni di euro, in peggioramento rispetto alle precedenti stime e che indicavano rispettivamente un rosso di 55 e 65 milioni di euro.

Contestualmente al taglio delle stime relative alla raccolta pubblicitaria, Mediobanca ha tagliato anche le previsioni riguardanti il dividendo Mediaset relativo al biennio 2011-2012 e che a suo avviso sarà pari a 15 centesimi per azione, contro la precedente previsione che parlava di una cedola di 18 centesimi per azione.

Nonostante la banca abbia ammesso che l’andamento della raccolta pubblicitaria e il probabile taglio del dividendo incideranno negativamente sull’andamento del titolo, è stato confermato rating “neutral”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>