Titolo EI Towers sale ai massimi da agosto 2011

di Redazione Commenta

Le azioni EI Towers, già Dmt, hanno chiuso ieri la seduta con un rialzo del 2,51% a 20,85 euro. Il titolo è salito sui massimi da agosto 2011, toccando un top a 21,4 euro

In casa Mediaset la situazione non è delle più felici. La condanna di Berlusconi nel processo per i diritti televisivi e le prospettive sempre più buie nel mercato pubblicitario stanno mettendo a dura prova la resistenza del titolo in borsa, tanto che qualche giorno fa le azioni del gruppo di Cologno Monzese erano scese sotto 1,3 euro ai minimi da inizio agosto scorso. Alla crisi di Mediaset fa da contraltare l’ottimo andamento di EI Towers, di recente entrata a far parte della famiglia del colosso televisivo milanese.

Le azioni EI Towers, già Dmt, hanno chiuso ieri la seduta con un rialzo del 2,51% a 20,85 euro. Il titolo è salito sui massimi da agosto 2011, toccando un top a 21,4 euro e mostrando i volumi più alti da ottobre 2011. A mettere il turbo al titolo in borsa sono stati i risultati relativi al terzo trimestre dell’anno, che si sono dimostrati migliori delle attese degli analisti. Inoltre, la guidance 2012 è stata rivista al rialzo.

La società che gestisce le torri di trasmissione ha visto l’ebitda crescere a oltre 90 milioni di euro da 86 milioni, battendo le stime di consensus ferme a 88,4 milioni di euro. Secondo Equita Sim, che sul titolo ha un target price a 29 euro, l’ebitda 2012 sarà di oltre 92 milioni di euro dagli 89 milioni precedenti. La sim milanese sottolinea l’eccellente generazione di cassa nei primi nove mesi del 2012, a 28,5 milioni di euro, per cui a fine anno è atteso un indebitamento netto sotto i 200 milioni di euro.

Anche Mediobanca ha alzato le stime sull’ebitda: per il 2012 a 92 milioni, per il 2013 a 98 milioni. Aumentate anche le stime sull’utile per azione del 10% a 0,86 euro, con dividendo atteso a 0,7 euro, ovvero il 16% in più rispetto alle stime di consensus. Secondo gli analisti della banca di Piazzetta Cuccia EI Towers vale 33,2 euro, ovvero quasi il 60% in più rispetto ai valori di chiusura di ieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>