Tobin tax, i risultati sul panorama degli investimenti

di Carlo Valuta Commenta

 La tassa sulle transazioni finanziarie, ha acceso numerose discussioni e  dibattiti tra gli operatori finanziari e i gestori di fondi di investimento comuni. La Germania è tra i paesi sostenitori di questo balzello finanziario.>  Bce, potrebbe chiedere alle banche di aumentare la liquidità

Molte le incertezze e tanti i quesiti sugli ipotetici vantaggi  che questa imposizione ulteriore  sugli acquisti e vendite di titoli nelle Piazze finanziarie europee. Se da un lato la cancelliera tedesca Angela Merkel sostiene la tassa, dall’altra viene fortemente contestata da  Jens Weidmann, numero uno della Bundes Bank, che tuona contro l’odiata tassa, ravvisando il pericolo che si prospetti un danneggiamento del mercato dei rifinanziamenti e dunque della liquidità.

Mediolanum, venduto il 6% delle quote del gruppo

Weidmann ritiene che le conseguenze collaterali della tassa sulle transazioni finanziarie “potrebbero essere significativi, potrebbero avere un impatto sul mercato del repo. E il mercato del repo ha un’importanza chiave per la liquidità”. dichiarazioni che sorprendono visto che sono contrarie a quanto deciso dalla Merkel che non solo è a favore della tassa sulle transazioni finanziarie, ma richiede l’ampliamento anche ai titoli di Stato per ragioni di politica interna, anche perché il governo lo ha già comunicato. Radicalmente contraria la posizione dell’Italia, pronta a mettere il veto sul provvedimento europeo di tassazione sulle transazioni finanziarie, per la cui attuazione è necessaria l’unanimità, se non verrà ammessa l’esenzione per i titoli di Stato. Intanto il commissario europeo alla Fiscalità, Algirdas Semeta, ha spiegato che compete agli undici Paesi membri che partecipano alla cooperazione rafforzata accordarsi su un compromesso accettabile per tutti.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>