BP e MPS beneficiano del giudizio positivo di HSBC

di Alessandro Bombardieri Commenta

E' stata un'ottima giornata in borsa quella di ieri un po' in tutta Europa...

E’ stata un’ottima giornata in borsa quella di ieri un po’ in tutta Europa, con le principali piazze in netto rialzo spinte anche dall’andamento di Wall Street nonostante i dati macro economici che giungevano dagli USA non molto incoraggianti. A Milano il Ftse Mib ha chiuso le contrattazioni a +1,99% a quota 19443 punti.

Sulle altre piazze del Vecchio Continente, Cac40 di Parigi ha chiuso a +2,43%, Dax di Francoforte +2,01% e Ftse di Londra +2,15%.

In Italia sono andati bene molti settori tra cui quello bancario su tutti, grazie anche all’upgrade di Hsbc, Banco Popolare e Monte dei Paschi di Siena hanno guadagnato rispettivamente il 2,4% e il 3,21%.

Intesa San Paolo ha chiuso con un +3,27% beneficiano del giudizio di Goldman Sachs che passa da sell a neutral, Unicredit +1,84% e Mediobanca +1,71%.

Fiat ha guadagnato nel pomeriggio (+1,89%) grazie al benchmark e grazie ai dati sulle vendite in Europa nel mese di giugno, inoltre Marchionne ha anche dichiarato che l’operazione di spin-off dell’auto è sospesa attualmente viste le recenti vicende riguardanti l’accordo con Opel.

Eni ha chiuso la giornata in rialzo del 2,79% con il prezzo del greggio sempre stabile sui 71 dollari, Saipem +2,19% e Tenaris +1,19%.

Per quanto riguarda i cemento costruttori Italcementi ha fatto segnare +1,97% e Buzzi +2,38%. Mentre Pirelli, ormai vicina alla fine dell’aumento di capitale, ha perso ben il 7,82%.

Infine, ottimo recupero di Telecom che ha superato la quota psicologica di 1 euro chiudendo in rialzo del 3,55%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>