Cresce la fiducia in Usa, male però Wall Street

di Redazione 1

Borse contrastate nella giornata di venerdì...

Borse contrastate nella giornata di venerdì, a Wall Street infatti tutti gli indici hanno chiuso in calo a causa delle notizie non troppo confortanti sulla vendita di case nuove in agosto (+0,7% però rispetto al mese precedente) e sugli ordini dei beni durevoli (-2,4% ad agosto).

Il Dow Jones ha lasciato sul campo lo 0,41%, il Nasdaq ha perso lo 0,54% mentre l’S&P lo 0,58%. Nonostante questi dati non incoraggianti sale la fiducia dei consumatori americani toccando quota 73,5 punti raggiungendo il punto massimo da gennaio 2008 a questa parte.

Le borse europee attendevano con trepidazione notizie dal G20 di Pittsburgh, ma in attesa di fatti concreti molti listini del Vecchio Continente hanno chiuso in ribasso: Parigi ha perso lo 0,5%, Francoforte lo 0,42% e Madrid lo 0,46%.

La migliore piazza europea è stata così Milano dove il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,65% e l’All Share lo 0,62%.

A Milano grande balzo di Unicredit a +4,16% dopo che l’ipotesi di un aumento di capitale si fa sempre più probabile, soprattutto dopo le ultime dichiarazioni dell’Amministratore Delegato Alessandro Profumo ha detto che sarà garantito alle Fondazioni un ritorno sostenibile nel tempo.

Bene poi hanno fatto i titoli legati al petrolio, che dopo un brusco calo di oltre il 4% è tornato sopra quota 66 dollari, facendo salire Eni dell’1% e Saipem del 4,1%.

E’ salita anche Telecom Italia dopo che alcune voci parlavano di un’emissione di un bond da 1-1,5 miliardi di euro.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>