Fitch conferma outlook stabile sul settore assicurativo

di Redazione Commenta

L'agenzia di rating Fitch ha deciso di mantenere stabile l'outlook sul settore assicurativo italiano in quanto ritiene che i timori relativi...

L’agenzia di rating Fitch ha deciso di mantenere stabile l’outlook sul settore assicurativo italiano in quanto ritiene che i timori relativi alla crisi del debito sovrano non andranno ad influire sulla solidità delle compagnie assicurative italiane.

La valutazione espressa dall’agenzia riguarda sia il ramo vita che il ramo non vita. Per quanto riguarda quest’ultimo, in particolare, Fitch ha fatto sapere che il miglioramento proseguirà nel corso dei prossimi mesi soprattutto grazie al miglioramento delle politiche dei prezzi e dei sinistri.

TITOLO GENERALI ASSICURAZIONI IN RIALZO PER GIUDIZIO POSITIVO ANALISTI

Nonostante questo, tuttavia, l’agenzia di rating non nega che un peggioramento della crisi del debito sovrano andrà inevitabilmente ad incidere anche sull’andamento dell’attività delle compagnie assicurative italiane e sul loro rating.

Come ha spiegato Federico Faccio del team assicurativo di Fitch, infatti, il rating delle principali compagnie assicurative del paese è strettamente legato al rating sovrano, per cui se è vero che in caso di un leggero downgrade del rating italiano quello delle compagnie assicurative probabilmente rimarrebbe invariato, è anche vero che nel caso di un downgrade più severo verrebbe inevitabilmente tagliato anche quello dei gruppi assicurativi. In questo caso, inoltre, l’outlook verrebbe portato da stabile e negativo.

STANDARD & POOR’S COLPISCE COMPARTI ASSICURATIVO ED ENERGETICO

Ampliando lo sguardo all’intero settore assicurativo europeo, invece, l’ultima indicazione a riguardo è arrivata nel giorni scorsi da Nomura, che ha fatto sapere di prevedere una crescita del 2% del net asset value (Nav) al termine del terzo trimestre, sottolineando come tale settore continuerà ad essere interessante anche in uno scenario di recessione dal momento che ad oggi presenta una solvibilità maggiore rispetto a quella del 2007.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>