Enel, Renzi vuole uscire da Endesa e andare in Africa e Sudamerica

di Carlo Valuta Commenta

Il quotidiano spagnolo Abc sostiene che c’è Renzi dietro al piano che dovrebbe portare molto presto Enel, se non a diminuire la propria partecipazione in Endesa (di cui oggi controlla il 92,06 per cento), se non altro a riguardare la propria presenza strategica in terra spagnola con un graduale spostamento del polo decisionale direttamente verso la sede generale romana.

Con il cambio ai vertici dell’azienda italiana, anche il cda della filiale spagnola – una multinazionale partecipe in 22 paesi, specialmente in America Latina – ha avuto negli ultimi giorni un rilevante sconvolgimento: è uscito Fulvio Conti, è entrato come vice-presidente Francesco Starace, che avrebbe avuto dal governo italiano – come sostiene Abc – un “preciso mandato”: quello di riorganizzare la presenza in Spagna pensando ad una più alta concentrazione degli investirmenti in Sudamerica e in Africa. Il piano non andrebbe in porto se l’attuale presidente Borja Prado  riuscisse a convincere il socio di maggioranza italiano dell’importanza di tenere in Spagna gli stessi equilibri e indirizzi manageriali degli ultimi anni.

Enel, passi avanti nella riduzione del debito

Ma gli obiettivi di Enel, secondo le fonti interpellate da Abc, sarebbero altre. Anzitutto  la sospensione della quotazione di Endesa e lasciare la Borsa di Madrid subito dopo l’estate. In una seconda fase, quella spagnola diverrebbe una semplice filiale amministrativa, mentre le decisioni che prima venivano prese a Madrid passeranno sotto il diretto controllo della sede centrale di Roma.

Un progetto che riprodurrebbe quello effettuato in Cile con Enersis: alleanza con un socio locale che sia fornito già di solide infrastrutture, per ridurre al minimo i costi, troppo alti nel caso di Endesa, una compagnia troppo grande che non procura gli utili sperati (in calo del 5,9 per cento nel primo trimestre del 2014 rispetto a un anno fa).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>