Poste Italiane agevola pensionati Inps e Inpdap

di Filadelfo Scamporrino 1

Via libera al Conto BancoPosta Più, offerto gratis, ovverosia senza spese di tenuta, a tutti i pensionati Inpdap e Inps.

Nelle prossime settimane scatterà lo stop all’erogazione delle pensioni in contanti sopra i mille euro. E visto che tanti pensionati riscuotono ad oggi la pensione in contanti presso gli uffici postali, Poste Italiane è ufficialmente scesa in campo, a favore dei pensionati Inps e Inpdap, proponendo alcune soluzioni agevolate per riscuotere la prestazione con la formula della tracciabilità che da marzo prossimo sarà obbligatoria sopra i mille euro.

In particolare, tra le soluzioni proposte da Poste Italiane c’è il Conto BancoPosta Più, offerto gratis, ovverosia senza spese di tenuta, a tutti i pensionati Inpdap e Inps che, avendo un’età superiore a 65 anni, opteranno per l’accredito della pensione sul conto entro la data del 31 marzo del 2012.




POSTE ITALIANE E CASSA DEPOSITI E PRESTITI PER I GIOVANI RISPARMIATORI

Il tutto a patto che il servizio il titolare lo mantenga attivo almeno fino al 31 dicembre del 2012. La promozione, ha precisato Poste Italiane con una nota, è valida nel rispetto delle condizioni sia per chi aprirà un nuovo Conto BancoPosta Più, sia per chi è già cliente.

POSTE ITALIANE PRESTO PRIMA BANCA ITALIANA

In questo modo la pensione sarà accreditata sul conto, sarà disponibile dal primo giorno lavorativo nel mese di competenza, e si potranno poi fare sempre prelievi gratuiti sia presso gli sportelli automatici Postamat, sia presso gli sportelli di Poste Italiane. In alternativa le pensioni sopra i mille euro potranno anche essere accreditate su libretto di risparmio ordinario nominativo; anche in questo caso si potrà poi prelevare gratuitamente presso gli uffici oppure utilizzando la Carta Libretto postale.

Commenti (1)

  1. Perchè non dite che il conto gratis è soltanto per il 2012 e che dal 2013 si deve pagare la tenuta conto? E poi come fa ad essere gratis se ogni tre mesi si deve pagare l’imposta di bollo che per un pensionato che prende 500,00 € rappresenta una grossa somma?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>