Portogallo finanziaria antideficit approvata

di Alessandro Bombardieri 1

Il governo del Portogallo ha approvato la finanziaria antideficit 2011.

Anche se in ritardo, è arrivata la smentita dell’Unione Europea di pressioni sul Portogallo perchè richieda aiuto all’Ue stessa ed al Fmi come ha fatto l’Irlanda pochi giorni fa.

Josè Manuel Barroso, il presidente dell’esecutivo di Bruxelles, ha negato le pressioni sul governo portoghese, al quale non è stato suggerito alcun piano di aiuto o salvataggio economico, anzi, è stato definito quanto scritto sul Financial Times Deutschland “assolutamente e completamente falso“.

E’ stato duro il commento di Barroso, il quale ha ha attaccato qualche collega, dicendo che il vero problema sono dei responsabili politici che fanno ogni giorno dei commenti al posto di prendere decisioni.

Nei giorni scorsi erano finiti nel mirino la cancelliera tedesca Angela Merkel e il ministro delle finanze Wolfgang Schaeuble, che avevano parlato di situazione estremamente seria per l’euro.

Comunque, il governo del Portogallo ha approvato la finanziaria antideficit 2011, presentata dal Governo di Josè Socrates, il premier socialista.

L’obiettivo è quello di portare il deficit pubblico al 4,6% l’anno prossimo dal 7,3% attuale, con tagli agli stipendi degli statali, agli investimenti pubblici e alla spesa sociale, con il congelamento delle pensioni, l’aumento di Iva e Irpef.

Dai sindacati questa finanziaria è stata definita una “dichiarazione di guerra ai lavoratori”. Il rischio default portoghese ha toccato ieri un nuovo record a 507,5 punti.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>