I maggiori dividendi di Piazza Affari

di Stefania Russo 1

La debolezza del mercato influisce in maniera positiva sui rendimenti dato che chi investe oggi ha ottime possibilità di riuscire ad..

La debolezza del mercato influisce in maniera positiva sui dividendi dato che chi investe oggi ha ottime possibilità di riuscire ad intascare rendimenti di gran lunga superiori rispetto ai titoli di Stato. L’esempio è quello dei titoli tedeschi a scadenza quinquennale che offrono un rendimento di poco superiore all’1%.

Al contrario, invece, se si considerano le blue chip e le mid cap di Piazza Affari il rendimento medio si colloca al di sopra del 4%.


Ma andiamo a vedere nel dettaglio quali sono le società che offrono rendimenti più elevati ai propri azionisti. Al vertice della classifica stilata da CorrierEconomia troviamo A2A che con la sua cedola di 10 centesimi rende quasi il 9%. Segue Enel con un rendimento che si aggira intorno al 6,9%, Lottomatica (6,4%), Eni (6,2%), Terna (6,2%), Mediaset (6,0%), Snam Rete Gas (5,6%), Unipol Gr. Finanziario (5,6%), Telecom Italia (5,4%), Fondiaria Sai (5,1%)

Questo per quanto riguarda le blue chip, in relazione alle mid cap, invece, la classifica è guidata da Milano Assicurazioni (7,1%), Arnaldo Mondadori (6,7%), Industria Macchine (6,3%), Hera (6,3%), Iren (6,3%), Marr (6,1%), Gruppo Zignago Vetro (5,8%), Banca Generali (5,6%), Acea (5,5%) e Ascopiave (5,5%).

La situazione, secondo gli esperti, durerà anche nei prossimi mesi, soprattutto alla luce del fatto che si tratta di aziende che sono abituate a lavorare con bassi tassi di crescita e poco esposte al ciclo dei Paesi Emergenti.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>