Previsioni dividendi 2010

di Stefania Russo 2

A pochi mesi dalla fine dell'esercizio già si iniziano a fare i primi conti e a prospettare le prime previsioni per quelli che saranno i dividendi 2010, che in..

clicca per ingrandire
clicca per ingrandire

A pochi mesi dalla fine dell’esercizio già si iniziano a fare i primi conti e a prospettare le prime previsioni per quelli che saranno i dividendi 2010, che in ogni caso non arriveranno prima di maggio 2010.

Gli esperti, in particolare, prevedono che tra i quaranta maggiori titoli presi in esame undici avranno nel 2010 una cedola più alta ripetto a quella del 2009, dodici avranno un dividendo in linea con quello dello scorso anno mentre per i restanti diciassette ci sarà un taglio.


Si ritiene, inoltre, che la maggior parte dei titoli bancari come Unicredit, Intesa Sanpaolo e Banco Popolare torneranno a pagare dividendi in contanti ai propri azionisti che nel 2009 hanno ricevuto solo qualche azione gratis. Rischiano invece di non ricevere nulla per il secondo anno consecutivo Fiat, Pirelli e Autogrill.


Si prevede, inoltre, un aumento del dividendo per Terna che dovrebbe passare a 19 centesimi dai 16 del 2009 mentre per Snam Rete Gas ci potrebbe essere un leggero calo rispetto al 2009.

Occore però ribadire che si tratta solo di previsioni che non possono tener conto di eventuali sorprese, sia piacevoli che spiacevoli. Un esempio positivo è quello di Luxottica che inizialmente non ha distribuito alcun dividendo mentre a settembre ha annunciato a sorpresa la distribuzione di dividendi pari a 22 centesi per azione a novembre.

Un potenziale esempio negativo, invece, riguarda Mediaset che a seguito della multa ricevuta potrebbe decidere di non distribuire dividendi. Per quanto riguarda Mediaset però i dubbi sono ancora molti, alcuni sostengono infatti che la multa non dovrà essere pagata nel 2010 e che quindi la società il prossimo anno distribuirà dividendi in linea con quelli del 2009.

Commenti (2)

  1. Mediaset, giro d’affari in forte aumento per Mediashopping
    fonte: Teleborsa
    Pubblicata il 18/03/2010 – 18:56
    Mediashopping chiude il 2009 con i migliori risultati della sua storia, confermando il successo del sistema di vendita multicanale e stabilendo nuovi record di ricavi.
    Le attività del Gruppo Mediaset relative alla vendita a distanza su varie piattaforme (tv, internet, catalogo, teleselling, grande distribuzione, vendite all’estero), si legge in un comunicato di Mediaset, ha chiuso il 2009 con un giro d’affari lordo pari a 71,6 milioni di euro, con un incremento del 73% rispetto al 2008.
    Record anche come numero di clienti raggiunti (oltre 2 milioni) e per numero di prodotti consegnati (oltre 1.000.000), quasi 3.000 al giorno considerando anche sabati e domeniche.
    Tutti questi risultati hanno consentito di raggiungere il breakeven dopo soli quattro anni di attività e con un anno di anticipo rispetto alle previsioni.
    L’ottimo andamento del 2009 è ulteriormente migliorato nei primi due mesi del 2010: in gennaio e febbraio i ricavi complessivi hanno raggiunto 18,7 milioni (+125% rispetto al primo bimestre 2009), di cui 6,2 milioni generati via web.
    “Finalmente anche in Italia”, dice Rodrigo Cipriani, amministratore delegato di Mediashopping, “il mercato delle vendite a distanza ha raggiunto il livello di qualità da tempo conquistato negli altri paesi occidentali. Noi di Mediashopping siamo orgogliosi di aver contribuito a questa modernizzazione con un servizio serio e affidabile come dimostra il successo che i consumatori ci hanno tributato. Il 2009 è stato l’anno della svolta e il 2010 promette risultati ancora migliori con la previsione di realizzare utili a livello operativo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>