Asta Bot, tassi ai minimi

di Carlo Valuta Commenta

Collocati tutti i 7 miliardi di euro di titoli con tassi in discesa al nuovo minimo storico dello 0,04% (da 0,09% dell'asta di febbraio).

Le Borse del Vecchio continente stentano a tenere il passo e a rimbalzare a seguito di una serie di sedute difficili all’insegna delle vendite e delle prese di profitto.

Nel contempo, il Tesoro italiano sfrutta lo scenario offerto dal Quantitative easing della Bce e sempre di più si avvicina a piazzare titoli di Stato a rendimento zero. Gli Usa intanto confermano il ritmo di crescita nel corso del quarto trimestre 2014: un +2,2% che delude le attese per una revisione in rialzo.

Gli investitori guardano alla Grecia, in attesa che lunedì il governo di Atene presenti la lista delle riforme concordate con Bruxelles in cambio della nuova tranche di aiuti, ma anche alle crescenti tensioni geopolitiche: l’intervento dell’Arabia Saudita in Yemen potrebbe aumentare l’instabilità dell’area e aumentare l’incertezza sulle quotazioni del petrolio. Il greggio è tornato stabilmente oltre quota 50 punti: se salisse ancora verrebbe a mancare quella spinta alla ripresa economica su cui fanno affidamento la Federal Reserve e la Bce. Gli analisti ritengono che, senza una rapida soluzione in medio oriente, la Fed potrebbe rinviare il rialzo dei tassi.

In Europa si osservano i numerosi dati macroeconomici in agenda. L’Istattraccia il calo di fatturato e ordini all’industria, nel giorno in cui arriva il monito del governatore Ignazio Visco sull’arretratezza economica in Italia: “Ci sono gli stessi problemi di 30 anni fa”. In Francia, intanto, la fiducia dei consumatori è salita al massimo da 4 anni e mezzo a marzo. L’indice, calcolato dall’Insee, è passato da 92 a 93 punti, in linea con le attese e al top dal novembre 2010.

Intanto si registra un grande successo per l’asta di Bot a sei mesi del Tesoro: ha collocato tutti i 7 miliardi di euro di titoli con tassi in discesa al nuovo minimo storico dello 0,04% (da 0,09% dell’asta di febbraio).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>