Esito asta Bot 12 gennaio 2012

di Redazione Commenta

I Bot a 12 mesi sono stati piazzati sul mercato ad un tasso del 2,73%, in fortissimo calo rispetto al 5,95% dell’asta precedente.

Si è chiusa con un buon rapporto di copertura, e soprattutto con tassi in picchiata, l’odierna asta di Buoni Ordinari del Tesoro (Bot) programmata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze. Complessivamente in data odierna il Tesoro ha collocato ben 12 miliardi di euro di Bot, di cui 3,5 miliardi con scadenza maggio 2012, quindi a brevissimo termine, e 8,5 miliardi di euro nominali di Buoni Ordinari del Tesoro con la scadenza ad un anno.

Ebbene, a fronte di un rapporto di copertura pari a quasi 1,9, il Tesoro ha collocato i Bot con scadenza maggio 2012 con un rendimento all’1,64%, mentre i Bot a 12 mesi sono stati piazzati sul mercato ad un tasso del 2,73%, in fortissimo calo rispetto al 5,95% dell’asta precedente; in questo caso il rapporto di copertura è stato pari a quasi 1,5.



RENDIMENTI ASTA BTP CINQUE ANNI AL NUOVO RECORD

Subito dopo l’esito dell’odierna asta Bot il mercato azionario italiano ha ulteriormente incrementato i rialzi grazie agli acquisti sui titoli bancari, così come lo spread Btp-Bund a dieci anni è sceso ampiamente sotto la soglia dei 500 punti base.

ASTA BOT SEMESTRALI E CTZ BUONA DOMANDA

L’esito dell’odierna asta Bot è di buon auspicio per la giornata di domani, venerdì 13 gennaio del 2012, quando il Tesoro dovrà collocare stavolta nuove tranche di titoli a medio e lungo termine, i Buoni del Tesoro Poliennali (Btp) per un controvalore nominale complessivo pari a minimo 3 e massimo 4,75 miliardi di euro. Considerando l’odierna discesa dello spread, non è da escludere che domani le aste dei Btp si concludano, al pari di quelle dei Bot, con rendimenti in calo rispetto alle aste precedenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>