Riassetto Edison approvato dal Governo

di Verna Vito Commenta

Il piano di riassetto Edison (che potrebbe in parte consentire l'ingresso diretto nell'azionariato della francese EDF) avrebbe ricevuto il plauso del governo a patto che vengano confermate le garanzie di marzo ai soci italiani.

Stefano Saglia, sottosegretario allo sviluppo economico del IV Governo Berlusconi, ha dichiarato la disponibilità dell’esecutivo a sostenere il riassetto presentato da Edison, purché la futura governance, qualunque essa sia, fornisca solide garanzie ai soci italiani.

Lo scopo dichiarato, come si può facilmente intuire, è quello di convincere le aziende coinvolte a ripercorrere la strada intrapresa sin da marzo, stoppata bruscamente dal ministro dell’Economia Giulio Tremonti, e che, secondo un prima bozza procedurale e progettuale, prevedeva lo spacchettamento di Edipower in favore di EDF (Électricité de France), da sempre interessata ad entrare nel mercato energetico italiano grazie all’acquisizione di Edison.


L’acquisizione totale da parte dei francesi, anche grazie alle ingerenze statali (che rifuggono il pensiero che una così importante azienda possa lasciare l’Italia), probabilmente è lungi dal diventare realtà. Una partecipazione a ridosso del 50%, però, è ormai realtà, visto il fallimento delle altre possibili cordate (ENEL-ENI e Cassa Depositi e Prestiti).

La strada, dunque, è tracciata, e le parole di Saglia servono soltanto come monito ai dirigenti di a2a (maggior azionista Edison) che, domani in CdA, deciderà se riallacciare o meno i rapporti commerciali proprio con EDF e, quindi, sul futuro della Edison che, come ricordato da Saglia, può diventare, in parte, francese, purché vi siano solide garanzie a favore degli azionisti italiani e della crescita industriale della società (in particolar modo nel settore del gas)

QUOTAZIONE TITOLO EDISON

Chi ha beneficiato, ovviamente, dalle dichiarazioni di Stefano Saglia è proprio il titolo Edison che, in questo momento, guadagna l’1,28% a quota 0,8400. a2a, invece, com’era prevedibile, perde circa l’1% (0,81) a quota 0,9800.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>