Indice azionario

di Francesco Di Cataldo 1

Quasi tutti gli indici di mercato sono calcolati sulla base del loro prezzo puro di mercato. Questa sistema non rispecchia in pieno la realtà..

Indici Azionari

Gli indici azionari sono la sintesi del valore dei titoli azionari che formano il paniere.

Ci sono tre modi per poter calcolare gli indici, a seconda del modo in cui i titoli del paniere vengono ponderati:

1.Indici qually weighted: con il quale tutti i titoli hanno lo stesso valore;
2.Indici price weighted: il peso che ciascun titolo ha dipende dal suo prezzo. Se il prezzo di un titolo aumenta, aumenta anche il peso che questo titolo ha all’interno del paniere. Questo modo, però, non è equo, sono infatti più visibili i titoli che valgono di più, indipendentemente dal numero di titoli in portafoglio;
3.Indici value weighted: è l’indice che bilancia equamente le caratteristiche dei due indici precedenti.



I maggiori indici mondiali sono calcolati con il metodo value weighted. Alcuni esempi sono il S&P mib (italiano), l’FTSE 100 (inglese), il Dax30 (tedesco) e il Topix (giapponese).

Ancora oggi, però, ci sono alcuni titoli, molto importanti, valutati con il criterio del Price weighed: il Dow Jones (americano) e il Nikkei 225 (giapponese).

Gli indici possono anche essere classificati sulla base “merceologica” dei titoli di cui sono composti. Così ci sono gli Stoxx settoriali o gli indici MSCI, che vengono classificati per zona geografica.

Quasi tutti gli indici di mercato sono calcolati sulla base del loro prezzo puro di mercato. Questa sistema non rispecchia in pieno la realtà, perchè non considera la remunerazione che le società danno ai propri azionisti, in quanto non considera i dividendi.

Gijino

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>