Anche Tirrenia è da privatizzare

di Redazione 1

Dopo Fincantieri, un'altra società finisce nel mirino delle privatizzazioni da realizzare al più presto: è Tirrenia..

Dopo Fincantieri, un’altra società finisce nel mirino delle privatizzazioni da realizzare al più presto: è Tirrenia, compagnia marittima formata dall’unione di quattro società regionali, che l’attuale Governo vorrebbe destinare almeno parzialmente in mani private, al fine di migliorare il grado di competitività nel settore, evitando che la compagnia possa trasformarsi, nella peggiore delle ipotesi, in una “nuova Alitalia“.

La decisione di privatizzare Tirrenia è giunta per voce dello stesso Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, che a margine di un’assemblea ha dichiarato di essere convinto che la società esercita la propria attività facendo una concorrenza sleale nei confronti dei concorrenti privati.

Ma cosa fare di Tirrenia? La mossa più semplice sarebbe quella di riportare la gestione della compagnia nell’ottica delle quattro Regioni che godrebbero del possesso delle altrettante società componenti l’azienda marittima.



I problemi, a questo punto, sarebbero però due: il primo è che le Regioni non sembrano affatto intenzionate a riprendere con sè il “timone” delle varie compagnie di navigazione; il secondo è che, destinando la società agli enti amministrativi, non si darebbe luogo a una vera e propria privatizzazione, che prevede invece il passaggio delle partecipazioni societarie in mano private…

Roberto Rais

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>