Dati mercato immobiliare italiano secondo trimestre 2012

di Redazione Commenta

Nel dettaglio, nel secondo trimestre del 2012 le compravendite hanno fatto registrare un calo tendenziale su base annua del 24,9%.

Su base annua il mercato immobiliare italiano nel suo complesso viaggia in questo 2012 con il freno a mano, anzi in brusca frenata. E’ questa infatti, in estrema sintesi, la fotografia scattata dell’Agenzia del Territorio sul mercato immobiliare italiano attraverso l’OMI.

Nel dettaglio, nel secondo trimestre del 2012 le compravendite hanno fatto registrare un calo tendenziale su base annua del 24,9%, che individua una contrazione ancora più ampia rispetto al -17,8% tendenziale registrato nel primo trimestre del 2012. La crisi quindi picchia duro sul settore penalizzato anche dalle difficoltà di accesso al credito, dalla caduta dei redditi delle famiglie, e dal taglio degli investimenti da parte delle imprese.



TASSI MUTUO IN CADUTA LIBERA

Il mercato immobiliare nel secondo trimestre del 2012 è sceso in tutti i comparti, dal residenziale con un calo del 25,3% alle pertinenze (-24,4%), così come per le compravendite di immobili per attività economiche continua ad essere buio pesto. L’OMI ha infatti rilevato nel secondo trimestre del 2012 un crollo del 32,7% delle compravendite nel terziario, ed a seguire il commerciale con un -28,5%, ed il settore produttivo con una contrazione del 26,4%.

MUTUI PIU’ ECONOMICI 2011

Non cambia la musica nelle principali città italiane con cali delle compravendite superiori complessivamente al 20%, da Palermo a Genova e passando per Torino, Firenze, Milano e Bologna. Appena sotto il 20% Roma (-19,4%) mentre Napoli, si fa per dire, tiene con un calo del 14,2% delle transazioni. I dati dell’Agenzia del Territorio sul mercato immobiliare italiano non sorprendono visto che nel 2012 in Italia il prodotto interno lordo (PIL) nazionale farà registrare un’ampia contrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>