Economia migliora negli Stati Uniti

di Redazione Commenta

Secondo quanto diffuso nei media americani nelle ultime ore, l'economia degli Stati Uniti dovrebbe essere..

Secondo quanto diffuso nei media americani nelle ultime ore, l’economia degli Stati Uniti dovrebbe essere migliorata durante l’ultimo trimestre, grazie al momentaneo refrigerio garantito dalle azioni sulle tasse federali e dalla crescita dell’occupazione.

Il condizionale sullo stato di salute dell’economia del Paese, in questi casi, è d’obbligo, tuttavia gli economisti sono piuttosto ottimisti circa i dati del secondo trimestre del 2008.



Stando alle previsioni giudicate più attendibili, infatti, la crescita su base annua del Pil statunitense dovrebbe essere pari al 2,3%, ovvero un trend che rappresenta un livello più che doppio rispetto a quello conseguito durante i primi tre mesi dell’anno.

Il merito di questa ripresa, come detto, è da attribuirsi tuttavia a delle principali motivazioni di carattere temporaneo, rappresentate dalle manovre di politica fiscale che hanno cercato di mitigare gli effetti negativi del mercato immobiliare. In attesa dei dati definitivi dagli organismi centrali di statistica, è inoltre possibile sbilanciarsi sul dato occupazionale, rivisto in lieve crescita.

Infine, sottolineano gli analisti, sta diventando sempre più difficile esprimere previsioni attendibili sui successivi periodi. Particolare riferimento di questa incertezza è la futura capacità d’acquisto dei consumatori, sulla quale si pronunciano diverse società di osservazione, peraltro con dati parzialmente discordanti.

Roberto Rais

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>