Fondi soci Parmalat chiedono liquidità

di Stefania Russo 2

I fondi di investimento soci di Parmalat hanno nuovamente chiesto all'amministratore delegato Enrico Bondi la restituzione di circa 1,4 miliardi di euro..

I fondi di investimento soci di Parmalat hanno chiesto all’amministratore delegato Enrico Bondi la restituzione di circa 1,4 miliardi di euro, ossia la liquidità che deriva dalle transazioni che sono state chiuse con banche e con i revisori dopo il famoso crac da 14 miliardi.

Ma questa non è la prima volta che i fondi avanzano una richiesta simile, la stessa cosa è già accaduta nel 2008, anche se in quel caso l’azienda si limitò a ricordare loro che in base a quanto previsto dallo statuto vige esclusivamente l’obbligo di distribuire come dividendo il 50% dell’utile.


Risposta questa che come si può ben immaginare non aveva assolutamente soddisfatto le aspettative dei fondi che erano addirittura riusciti a far convocare un’assemblea straordinaria per cercare di cambiare la norma dello statuto sopra citata, in quel caso però non fu raggiunto il quorum necessario. In ogni caso secondo i legali della società neanche il raggiungimento del quorum sarebbe sufficiente per far cambiare le regole dello statuto, non è detto quindi che una nuova assemblea riuscirà a cambiare le cose.


Tra i fondi che hanno avanzato la richiesta di ottenere la liquidità derivante dal crac di Calisto Tanzi c’è anche il fondo Usa MacKenzie Cundill, che detiene il 7,7% di Parmalat, il quale ha giustificato la sua richiesta spiegando che la società è sottocapitalizzata e che quindi la liquidità dovrebbe essere restituita in modo rapido attraverso acquisto di azioni o dividendi.

Da questo punto di vista però Bondi è stato chiarissimo, ha spiegato che non ci sarà alcun dividendo extra, la cassa sarà destinata alla crescita per linee interne ed esterne.

A Piazza Affari il titolo Parmalat segna un +0,32% a 1,859 euro.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>