Fusione Iride Enia confermata

by Redazione Commenta

Il processo di fusione sarà completato seguendo le condizioni stabilite nel progetto approvato dalle rispettive assemblee straordinarie nel mese di aprile 2009.

Iride ed Enia hanno confermato le recenti indiscrezioni dei giornali, annunciando che il processo di fusione sarà completato seguendo le condizioni stabilite nel progetto approvato dalle rispettive assemblee straordinarie nel mese di aprile 2009.

Prima di procedere però i rispettivi consigli dovranno completare la verifica dell’impatto sul rapporto di cambio della passività fiscale sostenuta da Iride a titolo di recupero aiuti di Stato e della riforma dei servizi pubblici locali ex decreto Ronchi con riferimento a Enia.

A Piazza Affari l’annuncio della fusione ha dato subito ottimi risultati con Iride che ha chiuso la giornata di ieri in rialzo del 4,50% a quota 1,371 euro per azione ed Enia a +5,84% a quota 5,62 euro. L’intesa raggiunta tra le due utility prevede un modello di holding leggera con autonomia per le società operative sul territorio.

Proprio a questo scopo non viene modificata l’organizzazione: Generazione e Distribuzione elettrica andranno a Torino, Mercato e servizi idrici a Genova, e rifiuti e distribuzione gas a Reggio.

Il concambio dovrebbe essere confermato a 4,2 azioni Iride per ogni azione Enia. Solo oggi sarà dato il benestare definito alla fusione dai CdA delle due società che si riuniranno ancora.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>