Hewlett Packard taglia 8% forza lavoro

di Filadelfo Scamporrino Commenta

La notizia relativa al piano di licenziamenti è stata data da HP, leader mondiale nel settore dei personal computer, in concomitanza con il rilascio dei dati del secondo trimestre fiscale.

In linea con le indiscrezioni circolate in questi ultimi giorni, il colosso americano dell’hardware Hewlett Packard, quotato in Borsa a Wall Street, intende mettere a punto un massiccio piano di licenziamenti corrispondente all’8% circa della forza lavoro. Trattasi della bellezza di 27 mila impiegati con l’obiettivo di raggiungere a regime risparmi annui per ben 3,5 miliardi di dollari.

La notizia relativa al piano di licenziamenti è stata data da HP, leader mondiale nel settore dei personal computer, in concomitanza con il rilascio dei dati del secondo trimestre fiscale, caratterizzati da un calo anno su anno dei ricavi e degli utili.



TITOLI AZIONARI CONSIGLIATI DA EXANE BNP PARIBAS

Nel dettaglio, l’utile netto è sceso anno su anno da 2,3 miliardi di dollari a 1,59 miliardi di dollari, corrispondenti ad un utile per azione pari a 0,80 dollari. Così come nel secondo quarto fiscale il giro d’affari, che si è attestato a 30,69 miliardi di dollari, è sceso anno su anno del 3%.

AZIONI SU CUI INVESTIRE IN CASO DI RECESSIONE

I tempi di attuazione del piano di licenziamenti saranno comunque lunghi visto che Hewlett Packard prevede di completarlo non prima dell’anno 2014 a fronte attualmente di circa 300 mila dipendenti sparsi per il mondo. Ed in ogni caso un terzo dei licenziamenti sarà programmato negli Stati Uniti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>