Possibile slittamento Fondo di solidarietà per i mutui

di Stefania Russo 1

A quanto pare le famiglie in difficoltà non potranno chiedere la sospensione della rata del mutuo già a partire dal 2 settembre, giorno in cui..

A quanto pare le famiglie in difficoltà non potranno chiedere la sospensione della rata del mutuo già a partire dal 2 settembre, giorno in cui inizerà ad essere operativo il Fondo di solidarietà per i mutui prima casa.

La colpa, almeno apparentemente, sembra essere ancora una volta della burocrazia. Infatti, nonostante il 2 settembre sarà ufficialmente operativo il decreto con cui il Ministero dell’economia e delle finanze ha emanato il regolamento con le norme di attuazione del Fondo di solidarietà, i mutuatari non potranno già avanzare le proprie richieste di sospensione dal pagamento della rata del mutuo.


Prima che le persone possano ricevere questo tipo di aiuto sono necessari ulteriori adempimenti da parte del ministero: anzitutto bisognerà designare un Gestore, ossia una società che dovrà occuparsi della gestione del servizio, ad esempio realizzando un sito internet (www.dt.tesoro.it/fondomutuiprimacasa) e fornendo alle banche tutte le informazioni necessarie per ottenere il rimborso dal Fondo. Lo stesso ministero, inoltre, dovrà pubblicare delle circolari tramite cui verranno impartite delle istruzioni di carattere tecnico-operativo alle banche.


Per non parlare dei chiarimenti necessari relativi ad alcuni dubbi sorti a seguito della lettura del regolamento, ad esempio il testo parla di mutui per l’acquisto della prima casa senza far nessun riferimento ai mutui stipulati per la ristrutturazione o la costruzione della stessa, così come pure si parla di mutui a taso fisso o a tasso variabile senza far riferimento alle altre forme esistenti (ad esempio mutui con cap, a rata fissa, ecc).

Per le famiglie italiane, dunque, l’attesa rischia di essere piuttosto lunga, inoltre anche dopo che queste questioni saranno state definitivamente risolte la sospensione non sarà immediata: dal momento della richiesta dovranno trascorrere 10 giorni per l’invio della richiesta da parte della banca, 15 per il nullaosta e 5 per la comunicazione al mutuatario, inoltre una volta completato il tutto bisogna sperare che la richiesta vada a buon fine e che non siano già stati esauriti i 20 milioni di cui è dotato il Fondo.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>