Wind alla ricerca di un socio

di Redazione Commenta

Dopo settimane di rumors che parlavano della vendita della compagnia telefonica Wind alla concorrente russa Vimpelcom..

Dopo settimane di rumors che parlavano della vendita della compagnia telefonica Wind alla concorrente russa Vimpelcom, il miliardario egiziano Naguib Sawiris, proprietario di Wind, ha deciso di chiarire la faccenda in prima persona, spiegando di non avere alcuna intenzione di vendere Wind, piuttosto di essere alla ricerca di un partner.

La vicenda, tuttavia, è molto lontana dall’essere chiara. Sebbene Sawiris abbia chiarito di essere alla ricerca di un socio non ha fornito ulteriori dettagli sui come tutto questo dovrebbe avvenire.


Il magnate egiziano, infatti, si è limitato a ribadire il miglioramento di Wind in termini di posizione e consolidamento, sottolineando l’intenzione di trasformarla da una buona a un’ottima azienda. Ma gli esperti sono convinti che la decisione di optare per un’alleanza anzichè per una vendita sia una decisione maturata nelle ultime settimane, visto che ad agosto gli advisor (Lazard e Deutsche Bank) avevano lasciato indentere di essere al lavoro per una vendita della società, senza contare che Sawiris i soci li ha già, ossia i fondi di private equity azionisti della holding Weather.

Inoltre è evidente che Sawiris ha bisogno di liquidità, visto la situazione debitoria in cui versa il suo impero. In ogni caso i banchieri sono convinti che non esista alcun rischio fallimento, se non altro perchè i debiti Wind sono garantiti dalle azioni della stessa società. Ma questo, tuttavia, potrebbe non bastare. In Algeria, infatti, Sawiris è proprietario dell’operatore locale Djezzy e nell’ultimo periodo è finito nel mirino delle autorità, prima con una multa da 600 milioni di dollari e poi con l’annuncio di una nazionalizzazione della licenza telefonica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>