Nuovo calo del dollaro

di Francesco Di Cataldo Commenta

Cosa ha fatto scendere il dollaro? I dati sul settore Immobiliare che sono stati anche questa..

Da due giorni il dollaro sta subendo un calo dovuto al rimbalzo sulle trendline rialzista per l’EURO/DOLLARO e il USD/CAD. L’EURO/DOLLARO, come visto dall’analisi tecnica di ieri é rimbalzato sulla trend line sul supporto dinamico in area 1.2705 mentre il USD/CAD ha generato un movimento di rimbalzo dopo aver toccato il supporto di Fibonacci a quota 1.25.

Cosa ha fatto scendere il dollaro? I dati sul settore Immobiliare che sono stati anche questa settimana in notevole ripresa segnando un nuovo miglioramento. Questi dati mostrano una stabilizzazione della situazione dopo i pesanti cali degli ultimi mesi. Altro dato che ha permesso all’EURO/DOLLARO di recuperare é stata la buona giornata della borsa americana che si é apprezzata sulla scia di alcuni interessanti risultati relativi a societa quotate.


Vedremo se altri segnali positivi arriveranno anche dalla giornata odierna dal settore non manifatturiero che pesa per circa il 70% dell’attivitá economica del paese ed include anche i servizi finanziari,le vendite al dettaglio e cosi via. La fiducia dei consumatori é ai minimi e l’avversione al rischio continua a guidare le quotazioni.

L’Euro ha cosi recuperato ieri parecchio nei confronti del USD ma é rimasto poco mosso nei confronti del GBP. Le notizie della giornata relativamente ai prezzi alla produzione hanno mosso relativamente poco il mercato ma la giornata di oggi potrebbe dare altri segnali significativi sull’andamento della recessione nella zona Euro. In primis, dovranno essere seguiti i dati relativi alle vendite al dettaglio nel mese di Dicembre che dovrebbero essere in leggero calo.


Le attese per il 2009 sono di una prosecuzione di questo calo nelle vendite al dettaglio soprattutto per il secondo trimestre in virtú del continuo peggioramento nel mercato del lavoro e delle condizioni del credito. I dati aggiungeranno ulteriori speculazioni alla decisione della BCE nella giornata di domani e quindi dati negativi potrebbero far deprezzare nuovamente l’EURO/DOLLARO. La prosecuzione del rally di questi ultimi 2 giorni per l’EURO/DOLLARO sembra comunque molto legata alla rottura di un valore di primaria importanza situato a 1.3080.

Il GBP ha vissuto una giornata di grande forza nei confronti del Dollaro aprendo la porta a nuove salite che potrebbero arrivare verso la trendline ribassista. Fondamentale per le prospettive la giornata di domani con la decisione della BoE e le modalitá di proseguire con gli interventi sul mercato.

Il AUD ha vissuto una giornata di grande forza dopo il taglio di Lunedí notte anche in virtu della dichiarazione post taglio da parte del Governatore che ha invitato il governo ad intervenire con stimoli fiscali indicando che la Banca Centrale ha fatto finora la Sua parte ma si richiede l’intervento politico per sostenere questa situazione. Ció ha fato rimbalzare l’AUD/USD da 0.6350 fino in area 0.65.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>