Salini Impregilo target piano industriale al 2016 molto impegnativi

di ND82 Commenta

Salini Impregilo ha conquistato la fiducia degli investitori dopo la presentazione del piano industriale al 2016, che il nuovo gruppo delle costruzioni italiano ha intenzione di utilizzare come trampolino di lancio per una maggiore espansione sui mercati internazionali

 Salini Impregilo ha conquistato la fiducia degli investitori dopo la presentazione del piano industriale al 2016, che il nuovo gruppo delle costruzioni italiano – nato dalla fusione tra il general contractor milanese e la società di costruzioni capitolina – ha intenzione di utilizzare come trampolino di lancio per una maggiore espansione sui mercati internazionali. I target previsti nel piano strategico sono molto ambiziosi, ma il management del gruppo appare molto fiducioso. Tra i principali obiettivi c’è l’aumento del fatturato a 7,4 miliardi di euro.

Nel 2012 il giro d’affari di Impregilo è stato di 4,1 miliardi di euro. Sarà impegnativo anche conseguire un ebitda di un miliardo di euro, considerando che il margine operativo lordo è stato pari a 24 milioni di euro lo scorso anno. E poi c’è il target relativo alla posizione finanziaria netta, attesa positiva per 100 milioni di euro dopo il passivo di 269 milioni di eeuro atteso per il 2013.

IMPREGILO-SALINI: OK A FUSIONE E CONCAMBIO

Salini Impregilo intende migliorare la posizione finanziaria attraverso una serie di cessioni di asset non core, sperando di incassare almeno 700 milioni di euro. Gli introiti per la nuova società delle costruzioni dovrebbero arrivare dalla restante quota nella controllata brasiliana Ecorodovias, dalla divisione Ambiente, dagli indennizzi per le vicende sui rifiuti in Campania e dalla risoluzione dei contratti per il Ponte di Messina.

Secondo gli esperti di Mediobanca quello della posizione finanziaria netta positiva è un target molto ambizioso e impegnativo da raggiungere. Inoltre, c’è qualche dubbio anche sulla possibilità di generare una cassa operativa per un target di 750 milioni di euro al 2016. Mediobanca sottolinea che nel piano non c’è alcun rischio di esecuzione, per cui l’impatto sulla redditività potrebbe essere diverso. Stamatttina in borsa il titolo Impregilo sale del 4,97% a 3,254 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>