St-Ericsson 2010 di transizione

di Alessandro Bombardieri 1

St-Ericsson si troverà a dover affrontare un anno molto duro...

Gilles Delfassy, Ad di St-Ericsson, ha rilasciato un’interessante intervista a Reuters, spiegando un po’ come sarà il futuro dell’azienda produttrice di chip ma più in generale del settore tecnologico ed in particolare dei telefoni cellulari e smartphone nel 2010.

St-Ericsson si troverà a dover affrontare un anno molto duro, a causa del taglio dei costi e del rinnovamento dei prodotti in portafoglio, secondo quanto dichiarato da Delfassy.

Secondo l’Ad il 2010 sarà una sorta di anno di transizione, dove però potrebbe anche andare a fine la joint venture tra la svedese Ericsson e la francese Stm, quest’ultima protagonista negli ultimi giorni di un buon rush in borsa.

Secondo Delfassy i nuovi prodotti tecnologici presentati da pochi giorni al Mobile World Congress 2010 a Barcellona saranno sicuramente molto ben accolti dal pubblico, ma i risultati del loro successo potranno vedersi solo l’anno prossimo e non già nell’anno in corso.

Delfassy ha anche dichiarato che crede molto nel primo telefono low cost di St-Ericsson con l’evoluto sistema operativo Android, che sarà commercializzato a partire da marzo al prezzo speciale di soli 100 dollari.

Le perdite operative di ST-Ericsson sono state di 50 milioni di dollari nel quarto trimestre del 2009 e le previsioni parlano di un calo nel primo trimestre del 2010. A favorire St-Ericsson tuttavia potrebbe pensarci il mercato delle Dram (dynamic random access memory), visto in netto aumento per il 2010.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>