Titolo Banco Popolare violento breakout ribassista

di Redazione Commenta

Il titolo Banco Popolare ha toccato i minimi da marzo 2009...

Il titolo Banco Popolare ha fatto registrare a Piazza Affari un violento breakout ribassista, che ha compromesso addirittura la soglia psicologica dei 2 euro per azione.

Con questo repentino crollo, le quotazioni di Banco Popolare hanno toccato i nuovi minimi da marzo 2009.

È ovviamente peggiorata anche la situazione generale del quadro tecnico del titolo, con le quotazioni di BP che non riescono a trovare un valido punto d’appoggio.

Secondo gli analisti con questo ritmo e con queste prospettive, sono a rischio anche i minimi storici del titolo, toccati appena dopo il fallimento della Lehman Brothers.

L’analisi quantitativa conferma quanto di cattivo detto finora: gli oscillatori di momentum hanno raggiunto le rispettive aree d’ipervenduto mentre gli indicatori di tendenza sono allineati in posizione short.

L’inversione del trend potrà verificarsi solamente con un deciso ritorno sopra quota 2,20-2,25 euro per azione.

Ieri Banco Popolare ha chiuso in calo del 4,82% a quota 1,957 euro per azione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>