Aumento di capitale Lottomatica

di Redazione 2

Brutto scivolone in avvio oggi per Lottomatica che si trova costretta a perdere quasi il 5%..

Brutto scivolone in avvio oggi per Lottomatica che si trova costretta a perdere quasi il 5% e questo dopo che è stato comunicata l’intenzione di attivare un aumento di capitale di 350 milioni di euro entro la fine del 2009 attraverso l’emissione di bond convertibili interamente in azioni ordinarie dell’azienda che produce Gratta e Vinci oltre che la gestione delle video lotterie.

E sono questi i due settori per i quali la Lottomatica Group SpA necessita di investire per rinnovare le concessioni di vendita di questi prodotti.


Per l’occasione si è già fatta sentire Poste Italiane che è l’unico organo nazionale proprietario di migliaia di sportelli vendita. Poste Italiane infatti sta registrando una diminuizione dell’invio di lettere dovuta alla crescita delle email e quindi sarebbe favorevole ad aumentare gli introiti con altri prodotti come appunto i Gratta e Vinci.


L’emissione del mandatory exchangeable bond verrà effettuato da Ubi Banca International e tale prestito obligazionario avrà una durata di 3 anni al termine dei quali avverrà la conversione in azioni e tali azioni saranno depositate a Mediobanca che anche la banca che sottoscrive tale emissione.

L’emissione essendo convertita nel 2012 in azioni ordinarie è prettamente su invito. I soldi dell’aumento di capitale di Lottomatica, spiega il Gruppo DeAgostini proprietario di circa il 60% dell’azienda, serviranno a pagare 315 milioni di euro all’erario in due porzioni in modo tale da avere la possibilità di offrire i prodotti ad un unico concessionario.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>