Bilancio Citigroup secondo trimestre 2011

di Alessandro Bombardieri Commenta

Ottimi risultati nel trimestre per Citigroup...

Anche Citigroup ha pubblicato una ottima trimestrale, dopo che aveva fatto lo stesso anche JP Morgan, con risultati sopra le attese.

Citigroup, che è per dimensioni la terza banca degli Usa, ha chiuso il secondo trimestre del 2011 con un utile di 3,3 miliardi di dollari, facendo segnare un aumento del 24% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Si è attestato a 1,09 dollari l’utile per azione per il trimestre aprile-giugno 2011, superando così le previsioni del consenso di 96 centesimi per azione. I ricavi sono stati di 20,6 miliardi di dollari, anche in questo caso le stime erano più basse, a 19,89 miliardi. Tuttavia i ricavi hanno segnato un calo del 7% rispetto allo stesso periodo dell’anno prima.

Così come accaduto anche a JP Morgan, a spingere la trimestrale di Citigroup è stata la divisione di Investment Banking, che in termini di volumi è cresciuta addirittura del 45% con operazioni in totale di circa 100 miliardi di dollari.

E’ previsto un ritorno al dividendo nel 2012. Proprio per il prossimo anno il direttore finanziario John Gerspach prevede un Tier 1 dell’8-9% per riuscire a soddisfare i requisiti di Basilea III.

Infine la banca ha comunicato di aver restituito alla liquidità del gruppo 2 miliardi di dollari di riserve, che erano stati accantonati per contrastare le perdite sul credito. Citigroup ha anche dichiarato di essere esposta per 22 miliardi di dollari sui Paesi europei più a rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>