Stress test banche, italiane tutte promosse

di Redazione Commenta

Otto banche bocciate su 90, promosse le italiane...

L’Eba, la European banking authority, ha diffuso i risultati degli stress test condotti su 90 banche europee. Come si legge nei risultati sono state bocciate solamente otto banche, che quindi in caso di crisi economica, vedrebbero scendere il loro Core Tier 1 al di sotto del 5%, e necessiterebbero di 2,5 miliardi di euro per recuperare.

Sono invece 16 le banche secondo gli stress test che in caso di choc economico vedrebbero il Core Tier 1 scendere tra il 5% ed il 6% cioè vicino alla soglia minima di resistenza.

La previsione più pessimistica prevede una contrazione del Pil dell’eurozona dello 0,5% nel 2011 e dello 0,2% nel 2012, con il tasso di disoccupazione rispettivamente a 10,3% e 10,8%. Al momento, secondo l’Inchiesta sulla popolazione attiva dell’Istituto nazionale di Statistica, in Spagna il livello di disoccupazione supera già il 20%.

Ora le banche che non hanno superato gli stress test avranno 3 mesi di tempo per presentare un piano di ricapitalizzazione.

Ufficialmente non sono stati resi noti i nomi delle banche bocciate, ma si conoscono comunque. La Spagna ne ha ben cinque: CatalugnaCaixa, Banco Pastor, CAM, Unimm e Caja3. Le banche greche bocciate sono due tra cui Efg Eurobank Ergasias, infine c’è anche una banca austriaca.

I cinque istituti di credito italiani Unicredit, Intesa Sanpaolo, Mps, Ubi e Banco Popolare, hanno superato gli stress test confermando la bontà della capitalizzazione delle banche italiane e la capacità di mantenere un adeguato Core Tier 1 in caso di nuovo choc economico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>