Cit riceve 3 miliardi di dollari dagli obbligazionisti

di Stefania Russo Commenta

Alcuni giornali americani, primo tra tutti il Wall Street Journal, hanno riportato la notizia secondo cui la banca americano Cit sarebbe..

Alcuni giornali americani, primo tra tutti il Wall Street Journal, hanno riportato la notizia secondo cui la banca americana Cit sarebbe riuscita a raggiungere un accordo con gli obbligazionisti del valore di 3 miliardi di dollari.

La notizia, tuttavia, non è stata confermata da fonti ufficiali ma se fosse vera consentirebbe alla banca di evitare la bancarotta, anche se è evidente che si tratta di una misura comunque inefficace a risolvere i problemi dell’istituto nel lungo periodo.


In ogni caso questo finanziamento consentirà a Cit di avere alcune settimane di tempo per mettere a punto un apposito piano tramite cui effettuare uno scambio azionario con i detentori di obbligazioni, alleviando in questo modo la pressione di diversi miliardi di dollari sul debito.

Questo accordo con gli azionisti, ricordiamo, arriva dopo che Cit si è trovata sull’orlo del fallimento e per questo alcuni giorni fa si era rivolta al governo americano nella speranza di ottenere aiuti, ma purtroppo la risposta era stata negativa. Il rifiuto del governo americano probabilmente è dovuto al fatto che la stessa banca aveva già ricevuto lo scorso dicembre aiuti pubblici per 2,3 miliardi di dollari.


Se la banca non riuscirà a risollevare la sua situazione finanziaria è probabile che ci saranno ripercussioni negative che andranno a colpire quasi un milione di piccole e medie imprese, tra cui anche alcuni punti vendita delle famose catene americane Dunkin’ Donuts e Dillards.

La banca newyorkese, ricordiamo, ha debiti per 7,4 miliardi di dollari che scadranno nel primo trimestre del 2010.

La notizia del probabile accordo tra Cit e gli obbligazionisti ha avuto conseguenze positive in borsa dove il titolo è in salita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>