Giuseppe Mussari si dimette dalla presidenza dell’Abi

di ND82 Commenta

Lo scandalo dei derivati finanziari che sta interessando Banca Mps ha spinto Giuseppe Mussari a dimittersi dalla presidenza dell’Abi

Nel giorno in cui gli istituti di credito italiani si preparano a mostrare al Fondo Monetario Internazionale quanto siano trasparenti e puliti i propri bilanci ecco che scoppia la bufera. Lo scandalo dei derivati finanziari che sta interessando Banca Mps ha spinto Giuseppe Mussari a dimittersi dalla presidenza dell’Abi, ovvero l’Associazione bancaria italiana. Le dimissioni di Mussari sono “irrevocabili”. Il banchiere è coinvolto nello scandalo derivati di Mps, in quanto le operazioni sotto accusa sarebbero state messe a punto proprio sotto la sua presidenza a Rocca Salimbeni.

La bufera su Mps rischia di mettere in gravi difficoltà l’intero settore creditizio italiano, che stava cercando di riprendersi dopo le fatiche degli ultimi mesi dovute allo scoppio della crisi economico-finanziaria italiana. Mussari ha deciso di farsi da parte definitivamente dopo essere stato già un paio di volte in bilico all’Abi, a seguito della richiesta di rinvio a giudizio per le vicende legate all’aeroporto di Siena e per alcuni eventi collegati alla sua presidenza al Montepaschi.

Nella lettera di dimissioni fatta recapitare al suo vice Camillo Venesio, l’ormai ex presidente dell’Abi ha scritto: “Ritengo di dover rassegnare, con effetto immediato e in maniera irrevocabile le dimissioni da presidente dell’Abi”. Nella lettera, però, Mussari non cita i fatti legati alla sua presidenza in Mps e il rischio di grane giudiziarie dovute ai bilanci sospetti degli ultimi anni in cui era stato presidente della banca più antica del mondo.

La caduta di Mussari fa molto rumore, anche perché legata a uno scandalo bancario in cui ha probabilmente grosse responsabilità. Il banchiere calabrese, tra l’altro, aveva stilato un programma dove puntava a sottolineare la forza delle banche italiane rispetto ai competitor europei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>