Mps e Bpm smentita necessità aumento di capitale

di Redazione Commenta

Sia Mps che Bpm hanno smentito di avere bisogno di un aumento di capitale...

Sia Mps che Bpm hanno smentito la notizia apparsa sul Financial Times, secondo cui le due banche italiane avrebbero bisogno di un aumento di capitale, in base a quanto risultato da degli stress test condotti sulle banche a livello europeo.

Banca Popolare di Milano innanzitutto ha voluto chiarire di non aver mai preso parte a degli stress test a livello europeo, oltre al fatto che dai risultati emersi da esercizi condotti internamente non ha nessun bisogno di effettuare un rafforzamento del capitale.


Il core tier 1 dell’istituto bancario al 31 marzo 2010 era al 7,9%, il tier 1 all’8,6% e il total capital al 12,6%, vale a dire livelli fra i più alti in Italia.

Anche Monte dei Paschi di Siena ha voluto fare chiarezza, dichiarando di ritenere infondato quanto scritto sul FT.

La banca senese ha voluto chiarire inoltre che le operazioni avviate per l’ulteriore rafforzamento dei coefficienti patrimoniali, peraltro a oggi più che adeguati, stanno rispettando i tempi attesi.

Inoltre, come detto da Equita Sim, siccome Mps già oggi ha un Core T1 al 5,5%, è ovvio che ci sarebbe una diluizione del Core T1 al di sotto del livello di guardia, incorporando uno scenario macro negativo per due anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>