Ubi Banca rafforza Core Tier 1 di Gruppo

di Lucia Guglielmi Commenta

Via libera dalla Banca d’Italia all’autorizzazione ad utilizzare per la misurazione del rischio di credito, in ambito corporate, i modelli interni.

Da un Core Tier 1 di Gruppo al 9,01%, alla data del 31 marzo del 2012, ad un Core Tier 1 di Gruppo pro-forma che, alla stessa data, aumenta al 9,86% in base alle stime preliminari.

Trattasi del Core Tier 1 di Ubi Banca in accordo con quanto reso noto dal Gruppo quotato in Borsa a Piazza Affari dopo aver ottenuto dalla Banca d’Italia l’autorizzazione ad utilizzare per la misurazione del rischio di credito, in ambito corporate, i modelli interni.



INVESTIRE PUNTANDO AI DIVIDENDI, OCCHIO AI RISCHI

In accordo con un comunicato ufficiale emesso da Ubi Banca l’adozione dei modelli interni riguarda il perimetro di Centrobanca e delle Banche Rete specificatamente per il segmento corporate come sopra detto. Nel consegue che non è incluso nell’utilizzo dei modelli interni il rischio di credito riguardante i portafogli di Ubi Factor e di Ubi Leasing, e lo stesso dicasi anche per il segmento retail.

INVESTIRE IN AZIONI

Su tutti i rischi non inclusi Ubi Banca ha fatto presente come l’utilizzo dei modelli interni, di concerto con le Autorità di Vigilanza, sarà effettuato attraverso un piano progressivo di implementazione. La notizia riguardante l’adozione dei modelli interni ha messo il turbo oggi alle azioni Ubi Banca che hanno archiviato la seduta a Piazza Affari con un rialzo del 9,07% a 2,33 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>