Bilancio Azimut 2009

di Redazione Commenta

La società di risparmio gestito ha chiuso l'anno passato con un utile netto consolidato di 118,2 milioni di euro.

Azimut ha chiuso in maniera ottima il 2009, con un utile netto quasi triplicato rispetto a quello del 2008. La società di risparmio gestito ha chiuso l’anno passato con un utile netto consolidato di 118,2 milioni di euro, contro i 42 milioni dell’anno precedente, e contro i 112 milioni stimati dagli analisti.

Sono aumentati anche i ricavi del gruppo, saliti a quota 347,4 milioni, dai 256,3 precedenti, mentre il patrimonio gestito a fine 2009 è stato pari a 13,9 miliardi, ossia in rialzo del 14%.

Questo rialzo del patrimonio è dovuto anche in larga parte ad una raccolta netta positiva di 630 milioni e a una performance media ponderata netta per la clientela nell’intero 2009 di oltre il 9%.

Il Consiglio di Amministrazione ha proposto un dividendo complessivo di 0,20 euro per azione, dei quali 0,10 a titolo di dividendo non ricorrente. Il dividendo ordinario verrà pagato agli azionisti metà in contanti e metà in azioni proprie, mentre il dividendo non ricorrente sarà pagato totalmente in azioni proprie.

Quindi ogni azionista avrà diritto a 0,05 euro per azione in contanti, con la cedola che sarà staccata il 24 maggio prossimo, con un’azione ordinaria distribuita ogni 60 possedute.

Tuttavia, nonostante i buoni numeri 2009 e la prossima entrata nel Ftse Mib, il titolo Azimut ieri a Piazza Affari ha perso il 2,24% a quota 9,18 euro per azione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>