Continua l’indebolimento del dollaro sull’Euro

di Francesco Di Cataldo Commenta

I recenti annunci della Fed hanno avvantaggiato l'Euro poiché gli investitori temono che l'eccessiva offerta di valuta potrebbe far scendere l'appeal del biglietto verde..

Il Dollar Index è sceso parecchio e il preannunciato movimento al ribasso si è effettivamente verificato e sembra poter continuare ancora nei prossimi giorni. Con il procedere della crisi il dollaro americano viene messo a dura prova e diventa importante capire a che punto della recessione si trovano gli Usa. Il legame dell’economia mondiale al dollaro è elevato.

Basti pensare alle commodities che sono quotate in dollari e a tanti altri aspetti per capire il motivo per cui nel prossimo G20 potrebbe essere discussa una variazione di questo legame.


Nei mesi di Settembre-Ottobre gli investitori si erano concentrati sull’acquisto di dollari ritenendo che questo orientamento avrebbe preservato il capitale ma negli ultimi mesi questo tipo di strategia sta venendo a mancare e molti traders, concentrati sui rendimenti a lungo termine, vedono perdere interesse negli investimenti sul biglietto verde.


In tal senso la decisione della Fed relativamente alle strategie dei prossimi mesi evidenziate nella riunione della settimana passata potrebbe pesare sulle quotazioni del biglietto verde nelle prossime settimane.

Il mercato rimane ancora favorevole all’Euro nel breve termine e potremmo vedere ulteriori rialzi nei prossimi giorni. Vedremo in che modo i dati macro pubblicati potranno influenzare le quotazioni. Sono previsti i dati sul Purchasing Managers Index per il settore manifatturiero, l’indice IFO, la fiducia dei consumatori e l’indice dei prezzi al consumo. I recenti annunci della Fed hanno avvantaggiato l’Euro poiché gli investitori temono che l’eccessiva offerta di valuta potrebbe far scendere l’appeal del biglietto verde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>