Il Giappone può evitare la doppia recessione

di Redazione Commenta

il rischio una seconda recessione è presente soprattutto nella prima metà del 2010 quando lo stato si dovrà preparare alle nuove elezioni governative, ma la situazione potrebbe..

Il Giappone è ormai in deflazione da 3 mesi e le preoccupazioni si fanno sempre più pesanti anche se il ministro delle strategie nazionali Naoto Kan ha detto che il Giappone potrebbe riprendersi e un segnale positivo lo si vede dal fatto che le esportazioni sono aumentate.

Certo, il rischio una seconda recessione è presente soprattutto nella prima metà del 2010 quando lo stato si dovrà preparare alle nuove elezioni governative, ma la situazione potrebbe migliorare grazie anche allo stimolo proveniente dai mercati emergenti confinanti ed esteri che cominciano a riprendersi.



Il ministro, intervistato nel programma TV Asahi, ha aggiunto che lo yen è debole e i prezzi delle azioni hanno recuperato sopra i livelli di 10.000 yen. Naoto Kan prevede quindi che si possa evitare una recessione di tipo double-dip.

A dare uno slancio all’economia sarà anche il programma ambiente che verrà presentato il 30 dicembre con il quale si dovrebbero creare nuovi posti di lavoro e ridurre sensibilmente l’inquinamento. In numeri si prevede che in 10 anni il Giappone potrebbe creare col piano ambientale 1,4 milioni di nuovi posti di lavoro e 2,85 milioni di nuovi posti nel settore sanitario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>