Trimestrale Pfizer gennaio marzo 2010

di Stefania Russo 1

Pfizer ha chiuso il primo trimestre con un utile netto in calo del 26% a 2,03 miliardi di dollari, ovvero pari a 0,25 dollari per azione, inferiore..

Pfizer ha chiuso il primo trimestre con un utile netto in calo del 26% a 2,03 miliardi di dollari, ovvero pari a 0,25 dollari per azione, inferiore alle attese degli analisti che avevano invece previsto un utile di 0,53 dollari. Se si esclusono le voci straordinarie l’utile ammonta a 0,60 dollari per azione.

I ricavi, al contrario, hanno registrato una crescita del 54% a 16,75 miliardi di dollari, un dato leggermente superiore alla stima di 16,6 miliardi ipotizzata dagli esperti.


Hanno influito positivamente sulla crescita dei ricavi la riduzione dei costi messa in atto per far fronte alle difficoltà conseguenti la crisi economica, senza contare il valido apporto dato dall’integrazione di Wyeth.

Pfizer ha confermato le sue previsioni per l’intero 2010, la casa farmaceutica per il 2010 attende un utile per azione compreso tra 2,10 e 2,20 dollari e ricavi per 68 miliardi di dollari.

Pfizer ha poi sottolineato che la riforma del settore sanitario statunitense non avrà alcun impatto sui suoi profitti ma andrà a ridurre di 800 milioni di dollari i ricavi per il 2012. Nel pre-borsa il titolo sale di circa il 2%.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>