Fiat possibile alleanza con Suzuki

di Redazione Commenta

Sergio Marchionne ha più volte ribadito che il 2012 sarà un anno difficile per Fiat. Nel corso dei prossimi 12 mesi...

Sergio Marchionne ha più volte ribadito che il 2012 sarà un anno difficile per Fiat. Nel corso dei prossimi 12 mesi, infatti, il destino del Lingotto sarà principalmente legato al successo della nuova Fiat Panda e e della 500L, mentre il 2013 sarà “l’anno della verità”, in quanto verranno immessi sul mercato nuovi modelli come l’Alfa Giulia e la nuova punto.

A preoccupare i vertici del Lingotto, tuttavia, è soprattutto la difficile situazione europea, soprattutto in considerazione del fatto che nel corso dei prossimi anni si potrà contare sempre meno sulla componente americana, che di sicuro registrerà ritmi di crescita inferiori a quelli registrati nel corso degli ultimi mesi.

RISULTATI 2011 FIAT INDUTRIAL BATTONO I TARGET

La soluzione più volte prospettata da Marchionne, dunque, è quella di una nuova alleanza che consenta di allargare il perimetro e raggiungere nuovi mercati. A riguardo, in particolare, la già ipotizzata fusione con i francesi di Psa sembra piuttosto difficile, soprattutto in considerazione del fatto che in questo caso si verificherebbe una sovrapposizione nella gamma delle utilitarie che provocherebbe inevitabilmente una chiusura di stabilimenti e tagli del personale, una situazione che il governo francese non appare propenso ad accettare.

DIVIDENDO FIAT 2012 PROPOSTO SOLO PER AZIONI DI RISPARMIO E PRIVILEGIATE

Allo stesso modo appare piuttosto remota l’ipotesi di un’alleanza con Opel, mentre al contrario si rafforza sempre di più la possibilità che Fiat decida di siglare un’alleanza con Suzuki, che attraverso la controllata Maruti occupa una posizione leader nel mercato indiano, dove Fiat sperava di trarre maggiori vantaggi rispetto a quelli che è riuscita a mettere a segno nell’ultimo periodo.

L’ipotesi di una possibile alleanza con Suzuki è stata ulteriormente rafforzata dalle recenti dichiarazioni di Marchionne, il quale ha spiegato di avere un ottimo rapporto con la famiglia Suzuki, definendo la casa giapponese un costruttore coraggioso e che genera profitti. Fiat, ricordiamo, già collabora con Suzuki nella produzione del fuoristrada Sedici, inoltre a novembre le due case automobilistiche hanno stretto un accordo avente ad oggetto la vendita di motori diesel.

A riguardo, dunque, gli esperti non hanno dubbi: l’ipotesi di un matrimonio tra il Lingotto e la casa giapponese è più che probabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>