Finmeccanica in rosso dopo downgrade S&P a BB+

di ND82 Commenta

Inizio ottava in lettera per il titolo Finmeccanica, che a Piazza Affari evidenzia un ribasso dell’1,61% a 4,88 euro. A pesare sulle azioni del colosso aerospaziale è il downgrade giunto da Standard & Poor’s sul finire della scorsa settimana

Inizio ottava in lettera per il titolo Finmeccanica, che a Piazza Affari evidenzia un ribasso dell’1,61% a 4,88 euro. A pesare sulle azioni del colosso aerospaziale è il downgrade giunto da Standard & Poor’s sul finire della scorsa settimana. L’agenzia di rating ha tagliato il rating di lungo termine di Finmeccanica a BB+ da BBB-. L’outlook, però, passa a “stabile” da “negativo”. Giù anche il rating di breve termine a B da A-3 con outlook stabile. S&P ritiene che possano esserci sorprese positive dall’utile operativo 2013.

A incidere sul declassamento di S&P è soprattutto l’allungamento dei tempi del piano di dismissioni di asset non strategici per il gruppo guidato da Giuseppe Orsi. S&P ha fatto notare che finora Finmeccanica ha incassato appena 260 milioni di euro rispetto al target di un miliardo di euro atteso per fine 2012. Tuttavia, nella nota emessa da S&P si legge che tale decisione “non modifica le condizioni degli strumenti di finanziamento in essere di Finmeccanica”.

FINMECCANICA: TTITOLO SUPERA 5€ SUI MASSIMI A 14 MESI

L’andamento del gruppo è in linea con i target finanziari comunicati nei mesi scorsi ai mercati. Per il 2012 la guideline è di ricavi compresi tra 16,9 miliardi e 17,3 miliardi di euro, mentre l’ebitda è stimato a circa 1,1 miliardi di euro. Il free operating cash flow è atteso positivo. Di recente le altre due agenzie di rating avevano confermato il giudizio investment grade.

QUALI AZIONI ITALIANE INSERIRE IN PORTAFOGLIO NEL 2013

Secondo Moody’s il rating è Baa3 con outlook stabile, mentre Fitch assegna un giudizio BBB- con outlook negativo. Entro il prossimo 23 gennaio Finmeccanica dovrebbe ricevere le offerte vincolanti per Ansaldo Energia, società controllata al 55% e valutata 1,3 miliardi di euro. La società genovese è senza dubbio il principale asset in vendita del gruppo guidato da Giuseppe Orsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>